mercoledì 7 luglio 2010

Ma questo che dico si sa? Lo sport può essere monopolizzato?

E' una vita che assisto incredulo, perplesso,a volte arrivo anche a considerare normale che succeda questo che sto per descrivere con parole comprensibili  procedendo per concetti similari.
Immaginiamo che una organismo si propone di divulgare un'attività sportiva.
Lo scopo sociale sarà quello di  far avvicinare il più possibile molti utenti alla disciplina.
Per fare questo l'organo in questione , come risposta da evadere, adotta un modello di organizzazione mirato a far emergere uno strumento giuridico in cui gli operatori preposti adottino meccanismi di formazione organica indipendenti per far si che molte associazioni possano beneficiare di un modello di servizio che soddisfi in pieno le proprie esigenze mettendole in condizioni di operare costantemente con  pari opportunità di crescita quantitativa e qualitativa.
FIDAL,CONI,PROVVEDITORATO AGLI STUDI,ENTI DI PROPAGANDA E QUANT'ALTRO cosa fanno invece?
La politica elegge a capo dell'organismo il suo uomo che chiama a collaborare altri elementi della sua stessa ragione sociale.
L'esatta procedura sarebbe invece quella di consegnare alla politica un eletto tra i rappresententi delle associazioni iscritte.
Cosa succede cosi?
L'organismo avendo il monopolio politico attiva una procedura giuridica tale da monitorare ogni servizio pubblico al servizio di quelle associazioni di uguale coloro politico lasciando del tutto abbandonato a se stessi altre associazioni che sono costretti ad operare in forma del tutto non riconosciuta moralmente sia sul  piano meritocratico che su quello numerico e qualitativo.
Cosa comporta alla nostra società civile questa macroscopica........ingiustizia!
L'uomo politico eletto elimina tutti i migliori tecnici e tutti coloro che emergono meritatamente e mette al proprio servizio elementi labili o psicolabili , servili e disponibili portaborse e viscidi operatori .
Quale produzione.....: Nulla! Nulla! Nulla!

0 commenti:

è ora di correre

>

 

Design by Amanda @ Blogger Buster