lunedì 31 maggio 2010

RAGAZZI,CADETTI ED ALLIEVI :ALLENAMENTO SETTIMANALE

RAGAZZI: MARTEDI' , GIOBEDI' CONCORDARE CON ERVANA E ANDREA LAVORI DI PREPARAZIONE AGONISTICA SOTTO FORMA DI GIOCHI, CON PLURALITA' DI DISCIPLINA DELL'ATLETICA.
CADETTI AL MARTEDI' E GIOVEDI' AGGIUNGERE UN'ALTRO GIORNO DELLA SETTIMANA E FAR COINCIDERE ALCUNI LAVORI PER L'80% DI QUELLI SPECIFICI PER I GIOVANI CADETTI ED ALLIEVI PIU' EVOLUTI E DI SEGUITO RIPORTATI:
Lunedi riscaldamento + 10 stazioni di esercizi di corsa e muscolari con balzi da fermo + 20'di corsa leggera
Martedi' 500m.+250x2 al ritmo dei cinquecento+400+2x200 ritmo quattroc.+300+2x150+200+2x100
Mercoledì fartlek 20'20'20'
Giovedi' 800/600/500/400con recupero 2' prove+1000.500.300+2volte ,2'di recupero tra prove e campiamento di ritmo nei 1800m.
Venerdì nuoto o bici o corsa leggera per 45'
Sabato riposo o gara
Domenica gara

Iniziano i lavori diversificati nello specifico per i nostri giovani atleti

In virtù di un'indirizzo mirato, più che specifico, del giovane atleta ecco il vostro allenamento suddiviso in tre parti:
Prima parte dedicata ai ragazzi che si devono ancora divertire con l'allenamento e quindi tre giochi settimanali.
Seconda parte dedicata agli atleti che si preparano in più discipline.
Terza parte per atleti che sono particolarmente impegnati per scelta su una specifica disciplina.
Dunque , sia Ervana che Andrea ,  miei due assistenti tecnici bravissimi, fanno in modo che insieme a me coordino alcuni lavori  in concomitanza di quelli che faremo fare ai più esperti cadetti ed allievi, tenendo conto l'aspetto ludico e il movimento fisico che aiuti il loro sviluppo fisiologico e la relativa crescita.
Ai genitori di costoro un importante RACCOMANDAZIONE per il compito di protezione che devono ai loro figli minorenni.
Si sono verificate in passano episodi spiacevoli per la superficialità con cui alcuni genitori hanno gestito la loro  patria potestà.
E' successo purtroppo con due nostre giovanissime ragazze molto promettenti che, nel periodo dei giochi del mediterraneo, sono state plagiate, dietro false promesse e con il consenso tacito del padre, e sono finite in mani di dirigenti e tecnici sprovveduti e senza scrupoli in società abruzzesi e marchigiane e dopo aver vagato solo come immagine per queste  società,  pur  ritornando  nell'Atletica 2000 Pescara , non hanno ripetuto e ahimè! con inutili rimpianti ,  la loro performans gestuale nelle  disciplice verso cui noi avremmo continuato ad operare per il bene psco-fisico delle stesse, compromettendo , e con profondo dispiacere , la psicologia stessa di ATLETA che mostra in maniera disorientata la loro stessa identità.
Quindi una raccomandazione : VEGLIARE  sui loro figli ,di non credere a costoro che, purtroppo servendosi di veri professionisti mercenari, (che si fanno pagare per far questo),sono così abili e fingardi da far credere paradisiache destinazioni.
In atletica non esiste questo, se non passione e dedizione!.Purtroppo questa è mercandare  tra poveri .
Ma, attenzione, qualche infiltrato federale  gestisce ,purtroppo, in maniera impunita, e senza nessun trascorso professionale onesto, anche su atleti dopati di cui solo dopo essersi glorificati dei loro successi , sono stati così abili che, per estraniarsi dalla loro stessa complicità ,negano ogni loro resposabilità  fingendo di non sapere ,  pur sapendo di mentire.
Perché il  Coni e gli organi di giustizia federale proteggono gli untori? Chiedo a voi : ma un ALLENATORE DI UN'ATLETA FORTE, secondo voi, dai tempi assurdi degli allenamenti che fa fare, come fa ad ignorare l'esistenza di una sostanza se a gestire gli allenamenti è soltanto lui?
Cari genitori per il bene che vi voglio e per la dovuta protezione che dobbiamo ai nostri figli parlerò solo a voi di questo argomento e vi dirò nomi e cognomi di questa plebaglia purché siate voi a volerlo sapere per  vegliare! 
Io da semplice laureato in filosofia pur sapendo di non sapere ,  mi tengo informato per voglia di apprendere e di  colmare la mia ignoranza e attingo continuamente da fondi medici professionali dei dottori Gaspari Guido, Lino Cavasinni, Andrea Pettinella , Angelo LOMBARDI e SPAGNUOLO ,  le loro ricerche sulla scienza delle applicazioni allo sport, il metodo dell'allenamento e della prevenzione, tant'è che per sabato prossimo parteciperò ad una conferenza sullo SPORT: (NUOVI ORIENTAMENTI).
Chi vuol partecipare si potrà mettere in contatto con il sottoscritto

sabato 29 maggio 2010

Tre giornate di attività con una madre eccezionale, MONIA

Oggi , il compleanno di Monia coincide con gli impegni su diversi fronti.
Auguri innanzitutto a te,Monia, che sei entrata nei nostri cuori.
Non sappiamo ancora se il tuo carissimo terremoto Filippo viene con noi a divertirsi a Pratola Peligna,
Intanto Tommaso, Emanuel e molti allievi di Tocco Casauria ci incontriamo con te a Pratola Peligna e già si sono prenotati come angeli custodi leprotti al tuo fianco i primi due, segno dell'ammirazione nei tuoi confronti.
Il nostro auspicio per i tuoi anni è che tu e la tua famiglia possiate essere uniti e che Filippo possa fortificarsi del vostro amore e arrricchirsi della nostra sincera amicizia!!
Ciao ,
Enzo

venerdì 28 maggio 2010

PIENA ATTIVITA'

L'assenza momentanea di Ahmed non ci limita se non marginalmente alla nostra intensa attività.
La scuola sta per finire ed i ragazzi sono alle prese delle ultime interrogazioni.
Da Tocco Antonio Lupone,Matteo Coia e Giulia sono partcolarmente impegnati a conciliare gli ultimi impegni scolastici e senza trascurare l'allenamento si divertono , la domenica, a sondare l'atmosfera amatoriale con qualche garetta.
De Marco Chiara , con il padre Marcello affettuoso e sempre presente nell'attività sfrenante della figlia, insieme a  Evandro Maddes, suo fratello e suo padre domenica saranno presenti a Pratola, mentre noi amatori, e mi ci metto anch'io nel mio piccolo, ci recheremo a Sulmona ed a Roma , la seconda settimana di giugno  per i campionati di società e per i campionati italiani Master,per i quali saranno impegnati :
in primis Giampeppe Niro e  l'ingegnere Walter Pignoli, Forcucci Arcangelo,Sergio Tassoni, Di Tullio Saverio, Mambella Luciano,Di Lallo Marco, Ferrari Nicola, Prosperi Ivan, De Lisio Cristiano ed il mitico maratoneta da 3h 33' (tanti chili fa').
In bocca al lupo a tutti gli atleti,
Enzo

martedì 25 maggio 2010

LA FAVOLA AHMED SUBISCE UNO STOP

Come si fa a non apprezzare il sacrificio che fa un ragazzo che viene dal nord Africa, che corre per pagare l'affitto e per mangiare e che ,  per l'amore che ha per la cara sua mamma, via, prende l'autobus che lo porta a Roma e a Fiumicino prende l'aereo per recarsi in Marocco.
Ma che dire del suo immenso sacrificio e della sua stessa vita che non volendosi arrendere lo porta alla sua grande passione! la corsa, e dell'amore che ha per la sua cara mamma, che dai suoi racconti, è fiera di lui e di quello che fà anche per lei e la sua famiglia.
Ahmed!, ti auguro che la tua cara Mamma possa guarire presto ed io prego il Signore che possa intercedere.
Tu sei per lei e per i tuoi fratelli la loro salvezza, quel muratore che si alza alle cinque del mattino e ritorna alle cinque di sera e che, stanco com'è, si infila un paio di scarpe e via l'allenamento .
Ahmed!, spero che tu possa  riportare la bella notizia della guarigione di tua madre e che tu possa continuare a sognare qui da noi, così come si conviene ad una persona come te, che, pur scegliendo un lavoro pesante, sa di presentarsi alla nostra pigra città, non come i più sfortunati continentali di colore che sono costretti a fare i vucumbra',  come uno di noi , un po' più fortunati, ma che però o fai un lavoro pesante o per te non c'è speranza.

lunedì 24 maggio 2010

Dopo 19 giorni Monia ripete il test TERENZIL

Sono le 15,15 Monia puntuale , questa volta Filippo resta a casa, anche perché viene domani a confidare con il salto con l'asta alla guida di Guido Gaspari.
Sono bastati due chilometri di riscaldamento, avendo fatto, questa mattina , il fartlek,e preferendo spostare il lungo a dopodomani.
Ecco l'esito:
Dai 140 battiti ,di cinque in cinque ,il cronometro segna 2'33"/2'31"/2'28"/2'14"/2'08"/2'00"/1'52"/1'43"/1'28".
Il giorno 5.5.2010 le frequenze ed i tempi erano questi  2'55"/2'40"/2'36"/2'34"/2'23"/2'19"/2'07"/2'00"/1'53".
L'innesto aerobico era di 6'00" il km., quello anaerobico di 4'45" ed il recupero segnalava dopo 3'30" 120f.c.
Ora invece l'inn. aer. è  di 5'20" il km., quello anaerobico di 4'00" ed il recupero  ha segnato in    2'00" 120f.c.
Come possiamo vedere Monia fa registrare un miglioramento della sua soglia di 40" ed il suo recupero migliora di 30".
L'entusiasmo iniziale, l'applicazione costante ma soprattutto la serietà nel seguire la programmazione  degli allenamenti, a distanza di soli 19 giorni ha fatto registrare il miglioramento che voi stessi potete constatare.
Cosa significa tutto questo?
E' presto detto; il suo ritmo può essere portato in gara di 10km. a 4'05" per km., per ora, e se volessimo fare una proiezione, ebbene, considerando che Monia deve assolvere al proprio ruolo sia di mamma che di manager come parte attiva del suo lavoro di parrucchiera del suo stesso salone, senza subire alcun stress, anzi ,considerando il modo controllato con cui viene portato avanti l'allenamento, allo scadere dei due mesi, ci manterremo su stati di forma fisica accettabili, che non siano gravosi per troppo impegno e stressanti per stati di forma migliorati.
A Monia, a mio parere di allenatore , non interessa portarsi a ritmi superiori di 4'00 in maratona, il che significa, che fra due mesi, quando andremo a quantificare il lavoro chilometrico,possiamo entrare con piacevole gradualità nel vivo del lavoro senza stress e, anzi, divertendoci.
  

sabato 22 maggio 2010

Sviluppo dell'allenamento per due mesi per Ervana in vista della maratona di New York

2 microcicli di 30 giorni dal 24 maggio 2010
Primo microciclo

RESISTENZA AEROBICA   del Lunedì
Primo microciclo
prima settimana 60'
seconda sett.    70'
terza sttimana   50'
quarta sett.       60'

Secondo microciclo
prima settimana 70'
seconda sett.    80'
terza settimana 60'
quarta sett.       70'

RESISTENZA ALLA VELOCITA' E CAPACITA' LATTACIDA del Martedì con riscaldamento e stretchink x 20'
Primo microciclo
prima settimana 2x2000m con esercizio muscolare della durata di 20" per ogni 200m e di continuo.
seconda sett.    1x3000m. con esercizio muscolare della durata di 30" per ogni 200m. di continuo + 1000m.
terza settimana 400m./300m./200m./100m./100m./200m./300m./400m alternati a 20"/30" di esercizio muscolare
quarta sett.       2x2000m.con esercizio muscolare ogni 400mdella durata di 20"/30"
Secondo microciclo
prima settimana 2'di esercizio muscolare alternati a 3/4 volte 2000m per totali 6/8km. , 4es.di30" e subito dopo 2km. con rec.2'
seconda settimana 1'di pausa 2' di esercizi subito 1000 0 2000m. per totali 6/8km.
terza settimana come prima
quarta come seconda

Mercoledì come Lunedì

Giovedì medio con 2km.all'inizio a 140 battiti(lento) e subito dopo portare gradualmente a 160 f.c.
Primo microciclo
prima settimana 35'
seconda            40'
terza                 35'
quarta               40' 
Secondo microciclo
prima settimana 30'
secondo            35'
terza                 40'
quarta               45'

Venerdi giro collinare con leggere pendenze
Primo microciclo inserire nella corsa e da 140 battiti portare fino a 165
prima settimana 11x 150m
seconda            10x300m.
terza                 10x500m.
quarta                8x600m.   
Secondo microciclo
prima settimana 100medio/100lento100medio/..........x1200 recupero a 140battiti e dopo 2' ripetere per 6/8km.totali
seconda settimana inizia pot.aerobica per distanze da 1000ma 7000 per un progressivo volume a ritmo di maratona fino ad arrivare a 18/21km.
terza settimana e quarta settimana da programmare
Sabato o domenica  gara o fartlek che consiste in 
primo microciclo
prima settimana 20'35'20'
seconda            20'25'20'
terza                 20'30'20'
quarta               20'35'40'

Questi due mesi servono per l'ingresso nel merito del lavoro per la maratona ed il test viene ripetuto ogni 2 settimane.
  

venerdì 21 maggio 2010

Ervana , maratoneta che va a New York

Ecco il risultato del test di Ervana: soglia a 168 battiti.
Massima frequenza raggiunta 176 con l'ultimo  400m. utili in 3'43"il km.
La sua frequenza di 140 b.c. consente di raggiungere una velocità pari a 5'43" e questo dato indica la soglia aerobica.
A 168 battiti la sua velocità raggiungeva i 4'40" che indicano la velocità di soglia.
N.B. Ervana ci dovrà dire , quando vuol cominciare, anche perchè sto elaborando
                                                                                    

La Potenza AEROBICA

Con  Mario, puntuale alle tre , per riscaldamento, avremmo fatto 6/7giri del parco prospiciente lo Stadio; condizionale d'obbligo ,  eravamo tanto presi dal discorso che mi erano sfuggiti i chilometri; anche così è bello!.
Giusto le 15,40, eravamo pronti dentro gli anelli dello stadio per i 600m. da ripetere  8 volte; in attesa degli allievi Antonio Lupone , Tommaso Di Tollo, Matteo Coia ed altri vivaci  ragazzi affidati all'istruttrice, che mi affianca, Ervana, quali Andrea, Aleandro, Giulia e Chiara De Marco ,del 2000, dotata di  un'agilità incredibile che , se Dio vuole , farà parlare di sè.
Mario, incontenibile, intanto, frenato da me ,faceva registrare  i ritmi per ogni 600m  in 3'30" il km. e a 145 battiti, tanto che alla fine l'ho lasciato solo a scatenarsi, terminando a 3' ;- non so come devo fare per frenarlo-!!!!!
I miei cadetti, poi, non vi dico..., roba da 3' di media e per otto volte, tranne che per Tommaso che , per gli impegni dei campionati di società, ho fatto  provare, per ogni 600m., due ostacoli, fermandolo, però,  a 6 prove!
Ma, incredibile, ad Ahmed, alla strada parco, verso le 18,30, con una giornata favolosamente primaverile, non sono riuscito a fargli fare 8x 1000m. sotto i 3'05, perché " le gambe mi vanno?" diceva lui! E così abbassava la media a 2' 58" portando le frequenze sotto le 180 che, per lui trentenne, è ok !
Ma il piede non è completamente guarito e il terapista Angelo LOMBARDI, PADRE DEL CAMPIONE EUROPEO DI PATTINAGGIO, lo ha preso a cuore e lo sta curando sotto l'aspetto posturale. Avrebbe terminato la terapia con onda d'urto seguito dal gentilissimo  Dott. Spagnuolo.

mercoledì 19 maggio 2010

Ecco cosa accade dentro le stanze dei Baroni






tv.repubblica.it
La confessione del giovane junior positivo alla gonadotropina corionica e squalificato per 21 mesi

martedì 18 maggio 2010

Ecco l'allenamento di Ahmed

Ragazzi, non ci credete, ma ho dovuto frenarlo! Alle 18,15 , puntuale e già con il riscaldamento  fatto.
Col piede  ancora non completamente guarito ha fatto la velocità e la capacità lattacida da vero campione.
Conoscendolo ho provato a farlo correre a velocità accettabile, tipo il 400m.a 1'06" ed i 100m tipo 14"/15", ma non c'è stato verso e me lo aspettavo anche  che le sue gambe lo avrebbero tradito facendolo  schizzare come una tigre : 59"nei 400m e 13" nei cento, queste sono state le medie...per il volume di lavoro programmato.
Uno come lui solo se gli leghi le gambe riuscirebbe ad andare più piano.
Ma Ahmed non è come Abdullatif; lui sa anche arrossire quando gli faccio il ca....ne e chiede scusa ammettendo che , essendo ancora indomo , fa difficoltà a controllarsi e da bravo ragazzo ne fa tesoro delle mie raccomandazioni.
Per fortuna capisce che dopo la fatica del cantiere , dove fa il muratore, ci si deve calmare se si vuole che il giorno dopo il suo datore di lavoro possa rimanere soddisfatto per la dimostrazione che dovrà dare con tutte le proprie energie soltanto a totale servizio del lavoro per il  proprio cantiere.

Ahmed ed il suo allenamento di oggi 18 maggio 2010

Ahmed ritornerà dal lavoro di muratore alle 17,30 e subito dopo scenderà dalla sua abitazione dove vive con il cognato e la sorella e si farà trovare pronto davanti la piscina le Naiadi.
Oggi l'allenamento prevede per lui lavori di velocità e di capacità lattacida: forse lo porterò sulla battigia del mare vicino l'abitazione:

  • riscaldamento per 20' a corsa leggera di 4' al km. più stretchinch e abbino alle distanze brevi alcuni esercizi di rafforzamento caviglie ed addominali, tralasciando le braccia che già sono abbastanza stanche per il suo lavoro manuale.
  • Faro fare un 300m e, subito dopo, esercizio con allunghi di 100m per tre volte con breve recupero ; e così dopo 4 minuti di corsa defaticante un 500m e subito dopo due 150 e un 200 con breve recupero; e così dopo 4 minuti di corsa defaticante un 200m e subito dopo 4x50m.con esercizi e brevi recuperi: il tutto per due volte in maniera da sommare 4km. totali di lavoro di resistenza alla velocità e di capacità lattacida .
Finito il lavoro farà 30' di corsa defaticante e così tornerà a casa a farsi doccia e cena.

lunedì 17 maggio 2010

Programma di allenamento per Ahmed

Ahmed ha l'innesto aerobico a 3'30" e quella anaerobica a 3'.
Tenendo conto che lui fa il muratore e capite cosa significa per uno che arriva stanco la sera e poi deve potersi allenare? ecco il suo lavoro tenendo conto che è reduce di un mal di piede .
Lunedì resistenza aerobica per 15/18km. a 3'35" di media, il giorno dopo la gara anche a 3'45" il km.
Martedì resistenza alla velocità e capacità lattacida per totali 4 km. avendo cura di far precedere l'allenamento alcuni esercizi di corsa per rafforzare ogni singola parte del corpo e soprattutto, le articolazioni del piede.
Mercoledì , fartlek o giro collinare per 16/20km.
giovedì potenza aerobica per 8/12km. con ritmi che vanno da 3'10" a 3'/2'50" a seconda se 3000/2000 o 1000m/800m.500m.
N.B Stabilirò giorno per giorno le distanze degli allenamenti in quando dovrò valutare la sua energia fisica che gli rimane dopo il lavoro .
Un appello a chi legge . Aiutiamo Ahmed a trovargli uno sponsor , almeno per il primo anno.
Ha la possibilità di arrivare a fare 1h e3'/4' alla mezza e di fare 2h e 12/14' alla maratona con l'inserimento graduale di due sedute di allenamento!
Fatemelo sapere!!!!!!!

Dai Mario ,gladiatore, sconfiggi il tuo mal di piede e ritorna a risplendere.

Ragazzi ,qualcuno della nostra famiglia, ha saputo che in mezzo a loro è stato scoperto un untore .
La mia tesi, e cioè quella secondo il vangelo,è di essere si umili come le colombe ma anche  furbi come i serpenti; vegliamo dunque e staniamo costoro!
Stiamo lontani  dai guru per cortesia! costoro devono crepare piuttosto che identificarsi come allenatori .
Che Dio li faccia star lontani da noi! Ma noi , dobbiamo vegliare, perché anche chi crede possa essergli  amico lo  potrà ingannare, vestendosi da buonista ed offrirgli  cose di cui non conosce la composizione e la provenienza !.
Voglio approfondire questa cosa e voglio che tutti sappiano l'identità di questo subdolo individuo che ha già seminato zizzania e causato danni irreversibili!
Ragazzi,molti atleti hanno ingerito sostanze dopanti, e quindi veleni ,senza sapere!!!! Ma vi pare una cosa normale?????
Chi sa' di più, per cortesia, divulga la notizia!!!!!!!

  • Eccoti, caro Mario i due mesi di reingresso, per la nostra preparazione.
  • Lunedì : esemplificazione cronologica tipologie circuiti.


  1. prima settimana resistenza aerobica 60' a 4'40"
  2. seconda settimana .........................65'      "
  3. terza settimana                               70'      "
  4. quarta settimana.............................75'      "
  5. quinta settimana..............................65' al ritmo risultante dalla ripetizione del test
  6. sesta..............................................70'
  7. settima...........................................75'
  8. ottava............................................80'
  • Martedì
  1. prima settimana 12 stazioni di esercizi muscolari con allungo sul prato e ritorno alla stazione di partenza
  2. seconda sett.     2x2000 rec. 6' / 8' ogni 100m un esercizio durata 30" alternati a 100m.
  3. terza settimana  2x2000m come sopra , si abbreviano le sedute e si esaltano le intensità e i raccordi di corsa.
  4. quarta settimana 1x3000m. ogni 200m. un esercizio di 30" + un 1000m.
  5. quinta settimana 400..300...200...100..100..200...300..400m alternati a 20" esercizi
  6. sesta 2x2000m.rec.6'/ 8' ogni 400m un esercizio di 30"
  7. settima settimana 2' di esercizio muscolare alternati a 4/ 6 volte 1000m. , i maratoneti 2000
  8. ottava settimana inizia la potenza aerobica per tot 3 /9km per i mezofondisti, per 7/12km. per i fondisti, per 10/15/ per i  maratoneti.
  • Mercoledì come lunedì
  • Giovedì schema esemplificativo della ripartizione del mezzo salite con corsa leggera tra inserimenti distanze con pendenze leggere.
  1. prima settimana 12 volte 100m
  2. seconda settimana 12 volte 200
  3. terza settimana 14volte 150m.
  4. quarta settimana 10volte 300m.
  5. quinta settimana 10 volte 500m.
  6. sesta settimana 8 volte 600m. 
  7. settima settimana 3.4volte 1000m/1200m.
  8. ottava settimana 2.3volte 2000m.
  • Venerdì fartlek e cioè corsa gioiosa su percorso scelto a piacere e per distanze scelte a piacere es.
  1. prima settimana 20'20'20'  nei 20' intermedi effettuare distanze a ritmo leggermente più forte di quello iniziale e secondo se sono corte  tipo80m. 200m. o se sono medie e lunghe da 300m. a 800m. e recupero sempre doppio delle distanze scelte e non più di 1 km.
  2. seconda,terza e quarta aumentare di 5' i tempi di realizzo.
  3. quinta settimana 20'25'20'.
  4. sesta,settima e d ottava aumentare ,altresì, di 5' i tempi di realizzo.
  • sabato e domenica gara o seduta di recupero.
  • In bocca al lupo, Enzo!

Calcaterra, Ciavattella, Ahmed al Don Orione di Pescara

Mentre Antonio Bucci con il suo 16' 18" nei cinque mila a Pescara ci onorava della sua prestazione, nel percorso  predisposto sulle sponde del fiume Pescara con l'attraversamento della pista pedonale fantastica, attraverso i bagni Borbonici ancora esistenti, per fortuna, sotto le rampe stradali dell'inciviltà avanzata, Calcaterra, il tassista romano che tutti i ranner conoscono, Jonathan Ciavattella il risorto campione del Triathlon che ho riportato a risplendere per la nazionale italiana e per la corsa, insieme al mio attuale Ahmed, hanno fatto felice me, ma, soprattutto, il grande Santo Don Orione!
Un miracolo ,  Lui lo ha fatto e a pochi di noi è dovuto saperlo!
Don Orione ,il vero mediatore, ha mobilitato le sue pedine, Marcello Pulsone, il terapista dott. Spagnolo e mia moglie D'Ascanio Rita tre dipendenti dell'Istituto terapeutico del Don Orione stesso, per la guarigione del piede di Ahamed che , benché credente del  solo nostro unico Dio ed al suo profeta Maometto, ha notato piangendo di gioia, che la guarigione del piede, tumefatto per un incidente corso in Marocco, non gli sta dando più fastidio e gli sta facendo scoprire la sua grande passione per la corsa, grazie soprattuto a Nino Spagnolo il terapista dipendente dell'Istituto .
Ora, l'atleta,  muratore per necessità di sopravvivenza  per sé  e per il sostentamento della propria famiglia, fa appello a tutti i miei amici dell'Atletica 2000 Pescara, affinché lui possa coronare il suo sogno, così come Gherruge, Muaziz ed Ahawità, suoi connazionali più fortunati , poter salire sul podio di New York e riportare speranza alla sua numerosa famiglia marocchina che lo sta aspettando!

domenica 16 maggio 2010

Campionati di Società a Pescara

Guido Gaspari e Gabriele Di Giuseppe con Di Tullio, aiutati con il loro servizio da Veronica e Cristiana Tiberi, da Simona Di Silvestro , da Tommaso Di Tollo, da Emanuel Di Tommaso e dai due terremoti Andrea e Filippo, hanno dato anima alla manifestazione dove abbiamo visto gareggiare i nostri migliori atleti appartenenti alla Atletica Vomano , all'atletica Gran Sasso, alla Serafini Sulmona, all'Atletica 2000 Pescara, all'Aterno Pescara ed ad altre società della regione Abruzzo.
I campionati di società rappesenterebbero l'intero movimento dell'atletica leggera ed ne va di mezzo una classifica , proprio come si fa nel calcio con la serie A,B e C
Inutile perlare dello scenario, anche perchè la formula dei campionati di Atletica è sempre la stessa e , fino a  questo punto , a nessuno interessa cambiare e mi riferisco alle istituzioni del  CONI;ALLA FIDAL e AL PROVVEDITORATO degli Studi
Allora cosa fare? Lancio una sfida provocatoria con la speranza che a qualcuno possa incuriosire.
Se vogliamo salvare l'Atletica i giovani ne facciano una loro rivoluzione così come la proporrei:

  1. Ebbene , per non fare il qualunquista, io propongo di coinvolgere tutte le società di atletica, amatori e non.
  2. Patrocinare ogni specialità appartenenti alla corsa , ai salti, ai lanci e ai concorsi.
  3. Ogni società cura il settore creando una classifica per categoria e per età master.
  4. Vengono fatte classifiche in base alle quali vengono premiati i primi tre ed oltre a seconda del numero dei concorrenti nella specialità
  • Insomma , è una vera rivoluzione in pista: fare, in un certo qual modo,così come si fa nelle corse su strada con le stracittadine ed altre, incentivando però anche le altre specialità dell'atletica.
  • Cosa potrà succedere?
  • Si sveglierà in toto e nella maniera globale l'Atletica Leggera e ritornerà a risplendere come " Regina di tutti gli sport".
  • Infatti da essa dipende ogni indirizzo sportivo , pertendo dal calcio atletico per poi arrivare persino al gioco degli scacchi.
  • Non esiste disciplina senza atletica !
  • Allora giovani atleti ed appassionati ed anche organi sportivi ed organizzatori, incominciate....!

sabato 15 maggio 2010

Allenamento settimanale categoria giovanile

ALLENAMENTO PER I CADETTI ED ALLIEVI:

  1. Lunedì   = 20' RISC. + 12 stazione es. di corsa con allunghi + 30' di corsa defaticante continua
  2. Martedì = velocità e resistenza lattacida 250m+ (150/100) +300m+100/100/100/+400m.+(200/50/100/50) rec.p.20"/30" rec serie 3'/5'
  3. Mercoledì 50' di resistenza aerobica
  4. Giovedì = pot.aer. 8x600m rec.2'30"
  5. Venerdì = fartlek
  6. Sabato = gara
  7. Domenica gara

Metà maggio 2010,il mese della madre di Gesù

Il mese della Madonna, la madre di Gesù e di tutti noi:


Il padre vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto.

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:
«In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al Padre nel mio nome, egli ve la darà. Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena.
Queste cose ve le ho dette in modo velato, ma viene l’ora in cui non vi parlerò più in modo velato e apertamente vi parlerò del Padre. In quel giorno chiederete nel mio nome e non vi dico che pregherò il Padre per voi: il Padre stesso infatti vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da Dio.
Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo; ora lascio di nuovo il mondo e vado al Padre».

Parola del Signore

giovedì 13 maggio 2010

Oggi 13 maggio 2010 Mario Ricci allo stadio adriatico per il test.

L'eroe della Maratona d'oltralpe  riprende il suo cammino e verifica i suoi ritmi.

  1. a 145                                             in 2'02"                             5'05"
  2. a 150                                             in 2'00"                             5'00"
  3. a 155                                             in 1'50"                             4'35" 
  4. a 160                                             in 1'40"                             4'10" 
  5. a 165                                             in 1'34",                            3'55"
  • Mario non riesce ad andare più forte e qui il suo test subisce una interruzione ; il piede non regge il muro della soglia ma, nonostante ciò:
  • Il suo innesto aerobico corrisponde al ritmo di 5'00 il km.e la sua soglia è di 4'00 il km
  • La  programmazione dell'allenamento sarà predisposta per la prossima settimana.
  • Terminato il test l'atleta ripercorre il ritorno, calcando la battigia della nostra bella riviera adriatica immergendo i piedi nelle acque fredde e salmastre del nostro limbido mare pescarese.
  • La vasocostrizione e la vasodilatazione della  zona infiammata del collo del piede potranno rimuovere i residui infiammati delle articolazioni del piede.
  • A causa della sua struttura fisica robusta, nonostante la prevalente massa magra, Mario  dovrà alternare i lavori aerobici della corsa con quelli del nuoto e della  bici onde permettere alle caviglie ed ai piedi di beneficiare gli  effetti terapeutici in atto e, di conseguenza, di rafforzarsi.

mercoledì 12 maggio 2010

Primi giorni per Monia e per Mario ,dopo la maratona di Parigi

Il lunedì è dedicato ad una passeggiata di 50' al ritmo di 5'30" sia per Monia che per Mario.
Il martedì invece dopo 20' di riscaldamento  Mario ha iniziato i circuiti con quattro stazioni e Monia , proseguendo ha terminato le dodici stazioni con gli allunghi di 100m. come scarico: gli esercizi effettuati sono stati:

  1. addominali con movimenti su e giù sui manubri scorrevoli
  2. affondi con leggero carico
  3. step
  4. estensione sulle caviglie
  5. movimenti braccia con manubri leggeri con simulazione corsa
  6. soleo
  • agli esercizi seguivano le tecnica di esercizi di corsa e le trasformazione alla corsa ; il tutto ripetuto 2 volte per ciascun esercizio.
  • defaticamento

domenica 9 maggio 2010

Sviluppo dell'allenamento per due mesi per Monia Coletti

  • 2 microcicli di 30 gg dal 10 maggio 2010
  • Resistenza Aerobica
  • Primo microciclo  
  • Lunedì
  1. 40'       
  2. 50'
  3. 60'
  4. 70'
  • Secondo microciclo
  1. 50'
  2. 60'
  3. 70'
  4. 80'
  • Resistenza alla velocità e capacità lattacida
  • 1°obiettivo acquisizione potenziamento muscolare abbinato alla corsa
  • Martedì : riscaldamento, strechting, mobilitazione muscolare per 15'/20'
  1. eserc. muscolare durata 20" segue allungo sul prato o battigia con ritorno alla stazione di partenza in soupplesse per totali 12 stazioni
  2. 2x2000m. rec.6' corsa leggera ogni 100m. esercizio durata 30" alternati a 100m. in allungo
  3. 2x2000m. rec.8' corsa leggera si abbreviano le sedute degli esercizi e si esalta l'intensità dei raccordi di 
  • 2°obiettivo res. alla forza
  1. 3000m. ogni 200m.es. di 30" + 1000m.
  2. 400m..300m....200....100...100m...200...300...400..alternati a20"/30" es. 
  • 3°obiettivo trasformazione verso la potenza aerobica
  1. 2x2000m. re, 6'corsa lenta ogni 400m es. durata 30"
  2. 2' di esercizio muscolare alternati a 4/6volte 2km.( eseguendo 4 eserc. di 30" subito dopo 2km.)
  3. 1' di pausa 2' di esercizi ( 1' di pausa subito 1000m o 2000 per tot. 6/8km.)
  • Mercoledi come lunedì
  • Giovedì : medio con 2km lenti all'inizio e subito dopo portare le pulsazioni a 160/75 battiti per..
  1. 25'
  2. 30'
  3. 35'
  4. 40'
  5. 30'
  6. 35'
  7. 40'
  8. 45'
  • Venerdì : giro collinare con leggere pendenze
  • 1°fase con salite brevi da inserire nella corsa a 140 battiti e recupero fino a riportare 140 battiti
  1. 12 x 100m
  2. 10 x 200m.
  3. 11 x 150m.
  • 2° fase preparaz. alla potenza aerobica
  1. 10x300m.
  2. 10x500m.
  3. 8x600m.
  4. 100 medio100lento200medio200lento300medio300lento per un totale di 1200m.
  5. inizia il lavoro di potenziamento aerobico con ripetute di 1000m  2000m.  3000m. ed oltre per distnze progressive che portano a 15.20km. gradualmente a ritmi di maratona.
  • Venerdì
  1. 20'20'20' di fartlek
  2. 20'25'20' idem
  3. 20'30'20' idem
  4. 20'35'20' idem
  5. 20'25'20'
  6. 20'30'20'
  7. 20'35'20'
  8. 20'40'20'
  • Sabato o domenica 
  1. Riposo o gara
  • Questi due mesi servono per poter entrare nel vivo del lavoro senza farsi male e gli allenamenti vengono fatti in supercompensazione ( il test viene ripetuto ogni 15 giorni ed il miglioramento avviene assimilando il lavoro  effettuato e svolto tenendo conto delle proprie risorse e possibilità logistiche.

venerdì 7 maggio 2010

Primo periodo che va dall' 8 maggio alla prima settimana di luglio

SCHEMA GUIDA

  • Lunedì : Resistenza aerobica a regime pulsatorio sempre sotto la soglia aerobica che va da 140 b. a 155b.
  • Martedì: Capacità lattacida e resistenza alla velocità con superamento della soglia aerobica e con l' esemplificazione dei circuiti e suo sviluppo.
  • Mercoledì: Medio.
  • Giovedì:Potenza aerobica a regime pulsatorio appena sotto la soglia anaeaerobia
  • Venerdì:Resistenza aerobica
  • Sabato: Fartlek
  • Gara o riposo
  1. Ripetere ogni 15 giorni il test TERENZIL ed annotare frequenze cardiache , ritmi e volume per i tre lavori specifici del microciclo.:
  • esempio Lunedì 10km. a 6'30" a regime pulsatorio medio di 145 battiti.
  • esempio mercoledì 5km. medio a 5'30 a regime pulsatorio di 160 battiti
  • esempio giovedì quantitativo di potenza aerobica di 3 km. a 4'50" a regime pulsatorio di 175 battiti.
  1. tenere sotto controllo il recupero cardiaco e ripartire per le prove di potenza aerobica quando i battiti del cuore raggiungono regimi pulsatori al di sotto i 120 battiti.
  2. il seguente schema è riferito a Monia della quale si conosce le proprie caratteristiche tecniche e fisiologiche  e si tiene conto dell'impegno lavorativo e famigliare.
  3. considero pericoloso adattare tale schema al proprio -status quo- e consiglio chiunque legge di rivolgersi ad allenatori esperti e che praticano il metodo scientifico.
  4. ricordatevi che dobbiamo rispettare il nostro fisico e rispettarci come persone : l'atleta si distingue non per il risultato ad ogni costo ma per la capacità che ha per la propria gestione .
  5. seguirà un indirizzo dettagliato....del lavoro da seguire.

giovedì 6 maggio 2010

Esemplificazione del metodo per l'allenamento alla maratona

Monia non viene  da una preparazione specifica in cui è previsto un periodo fondamentale per l'incremento muscolare .
La sua struttura fisica è abbastanza predisposta per inserire alcuni sviluppi di corsa abbinata ad esercizi tecnici specifici.
Tale inserimento graduale protratto per i primi due mesi ha una duplice funzione:

  1. formare una struttura solida sulla quale contare per un migliore consolidamento di un volume aerobico ottimale.
  2. creare un sistema fisiologico in grado da accettare gradualmente un processo intensivo di capacità lattacida e di resistenza alla velocità.

mercoledì 5 maggio 2010

Esito del Test e considerazioni tecniche

Puntuale alle 14, in moto Monia e Filippo suo figlio,undicenne scatenato,si presentono già battaglieri.
Monia mi riferisce che la mattina aveva già fatto 40' di corsa, dalle ore6,30 alle 7,10" e poi doccia e via a lavoro.
Quindi per il momento solo 5' di riscaldamento ,stretchinch e subito col mio cardiofrequenzimetro in pista dello stadio Adriatico.
Il primo 200m senza prendere il tempo per portare gradualmente le frequenze a 140 b. e subito il primo giro in 2'55" al ritmo di 7'16"al km.;secondo giro a145 b. ,con aumento graduale, in2'40" al ritmo di6'40"; terzo a150b. in 2'36"per 6'30"; quarto a 155 b. in 2'34" per 5'57"; quinto a 160 b. in 2'23" per 5'47"; sesto a 165 b. in 2'19" per 5'47"; settimo a170 b. in 2'07" per 5'15"; ottavo a 175 b. in2'00" per5'00"; nono a 180 b. in1'53" per 4'43"; decimo ed ultimo giro più forte a 187b.in1'35" per 3'58" al km.
I recuperi : dopo un minuto le frequenze si portano a 160b.; dopo due minuti a 145b. , raggiungendo i 120 battiti dopo 3'30". 
Monia ha il suo innesto aerobico a 6' al km. e corrisponde a 2 millimoli e l'innesto anaerobico a 4'48" circa e corrisponde a 4 millimoli.
In sei mesi possiamo operare per tre cicli di due mesi : nel primo ciclo l'obiettivo sarà quello di innalzare la soglia e portarla da 4'40" a 4'00 , il secondo da 4'00 a 3'40", il terzo è di mantenimendo e di consolidamento.
......seguirà la strategia del mio metodo scientifico e di supercompensazione.........con breve cenno di indirizzo
e poi la condivisione di un possibile lavoro che la porterà a migliorare in maniera graduale.



Sei mesi per la Maratona di Monia Coletti , madre e lavoratrice

Monia,....inizia l'avventura che la vedrà protagonista della GRANDE (MELA)MARATONA DI NEW JORK......
L'incontro di oggi 5 maggio 2010, presso lo stadio per il test Terenzil, consiste nell'individuare la sua soglia aerobica ed anaerobica:
Monia si riscalderà per 20' e dopo aver fatto lo stretching e operato qualche allungo,la sottoporrò al seguente test:
correrà ogni giro di pista ad un regime pulsatorio che parte da 140 battiti e che, aumentati di cinque in cinque,raggiungerà i 175/80 ed oltre ritenendo, come frequenza utile,quella che segnerà l'impennata,cioè la velocità che risulterà,dal grafico,subire il suo maxo2 (massimo consumo dell'ossigeno)e che,non andando oltre,segna il momento del peggioramento.
L'obiettivo da raggiungere nei sei mesi sarà quello di elevare la velocità di innesto operando in regime di supercompensazione.
Ai lettori ranner, sia agonistici che amatori, darò ogni spiegazione di quello che risulterà loro incomprensibile nei limiti delle mie conoscenze scientifiche acquisite nei miei trent'anni di esperienze da allenatore e da atleta nazionale degli anni sessanta/settanta presso la sezione sportiva dei Carabinieri di Bologna....(.seguirà nuovo post...!)

domenica 2 maggio 2010

Campionati regionali di corsa su strada CADETTI

Il Primo Maggio 2010
Antonio Lupone si fregia del titolo di Campione abruzzese di Corsa su strada battendo in volata il fortissimo Giulio Perpetuo, neo campione regionale di cross,atleta dell'atletica Sulmona che arrivò settimo al recente cross nazionale di Formello.
L'atleta dell'Atletica Gran Sasso, Paolo Mischia ,arriva terzo.
La gara di Teramo è stata presenziata dall'organizzatore Maurizio Salvi.
A premiare gli atleti, oltre all'organizzatore vi era anche il presidente della Fidal Narcisi.
La freddezza per l'accoglimento a noi riservato non mortifica gli atleti Tommaso Di Tollo e Matteo Coia , con i quali, Antonio ,la settimana scorsa, ha portato la società pescarese a vincere anche la staffetta regionale 3x1000m.svoltasi ad Avezzano.
Personalmente mi sono congratulato per le prestazioni di Giulio Perpetuo e Paolo Mischia che hanno lottato fino all'ultimo pur avendo un'anno di meno nella stessa categoria di Antonio.

sabato 1 maggio 2010

VANGELIS - CHARIOTS OF FIRE


è ora di correre

>

 

Design by Amanda @ Blogger Buster